Stati Generali dell’Industria: tre giorni di industrializzazione e sviluppo


Si conclude oggi la tre giorni dedicata alle politiche industriali della Regione Lazio, volta a discutere dello sviluppo e del futuro dell’impresa locale. Proposte, progetti e idee per rilanciare un modello intelligente e sostenibile: gli Stati Generali dell’Industria hanno avuto luogo dal 22 al 24 febbraio presso la Facoltà di Economia “Federico Caffè” dell’Università Roma Tre, teatro di incontri, dibattiti e progetti.

3000 partecipanti, 12 tavoli tematici, 2,3 miliardi di investimenti, queste le cifre dell’incontro, importante appuntamento per un’accurata analisi di prospettive ed esigenze dell’industria del Lazio, a partire dai settori strategici: agrifood, industrie creative, editoria, edilizia sostenibile, moda, design e arredo, ma anche trasporti, logistica, energia e automotive. L’evento ha rappresentato anche l’occasione per fare il punto sugli esiti dellaCall for Proposal promossa la scorsa estate e diretta a imprese ed enti locali, chiamati a presentare progetti di riposizionamento legati al territorio. Dalla Call for Proposal sono scaturite 173 proposte e la Regione pubblicherà entro l’estate i bandi per la reindustrializzazione, rivolti a tutte le imprese del Lazio.

Grazie al piano per la reindustrializzazione, la Regione sta intervenendo in tanti modi e in sintonia con le strategie nazionali ed europee per rendere il Lazio più competitivo, puntando sul sostegno delle reti d’impresa e sul legame tra i centri di ricerca e le imprese, oltre che sulla valorizzazione della creatività e sostenibilità ambientale.

Ad incoraggiare la ripresa e lo sviluppo è intervenuto il Presidente Nicola Zingaretti, affermando che si è trattato dell’ “appuntamento più rilevante sulla crescita e lo sviluppo che Roma e la Regione abbiano avuto negli ultimi anni”. Grazie agli interventi già effettuati “per la prima volta il bilancio è in pareggio e abbiamo avviato una rivoluzione della macchina burocratica, attuando buone prassi con l’Europa” -ha detto ancora Zingaretti. L’impegno della Regione è dunque quello di valorizzare qualità e competenze delle forze lavoro presenti sul territorio del Lazio, partendo proprio da una maggiore consapevolezza del potenziale della regione: con 186,3 miliardi di euro nel 2014, infatti, il Lazio è la seconda regione italiana per Pil -equivalente all’11,5% del Pil italiano e all’1,4% dell’UE.

[Fonte: Regione Lazio]


Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Non ci sono ancora tag.
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

© 2015 by DIREURLAB. Proudly created with Wix.com

  • Facebook Social Icon
  • LinkedIn Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • Google+ Social Icon